Jueves 23 de Noviembre de 2017
El portal de la papa en Argentina
0%Variación precio
puestos MCBA
  • Intervalos nubosos con lluvia débilBalcarceBuenos Aires, Argentina
    - 23°
  • DespejadoVilla DoloresCórdoba, Argentina
    20° - 35°
  • DespejadoRosarioSanta Fe, Argentina
    13° - 28°
  • DespejadoEstacion UspallataMendoza, Argentina
    - 25°
  • DespejadoCandelariaSan Luis, Argentina
    15° - 33°
  • Intervalos nubososChoele ChoelRío Negro, Argentina
    12° - 29°
  • Intervalos nubososSan Miguel de Tuc.Tucumán, Argentina
    16° - 31°
Ampliar
 Buscador de Noticias
Europa 01/08/2017

Italia: Patate: fissata la quotazione per il prodotto confezionato

Quotare esclusivamente le patate confezionate emiliano-romagnole da immettere sul mercato secondo le modalità e le indicazioni previste dal contratto quadro: è questa la decisione presa dagli operatori di settore del tavolo paritetico della borsa

"Una borsa che ha voluto valorizzare al meglio il prodotto in filiera controllata, coltivato in Emilia-Romagna e contrattato secondo le modalità previste dal contratto quadro stipulato fra le parti – spiega Massimo Cristiani, responsabile Cia per il settore pataticolo nonché presidente del Cepa - Nella nostra regione si è poi consolidato il ’conto deposito’ che consente la gestione del prodotto durante l’anno. Inoltre è stato assicurato un prezzo minimo garantito: insomma in questa fase in cui siamo concentrati sulla raccolta delle patate – sottolinea Cristiani - la preoccupazione per noi produttori è meno alta perché abbiamo individuato dei validi strumenti di controllo per la formazione dei prezzi".

In questa fase interlocutoria, in cui le scavature nel nord Italia sono al 60% del seminato, ogni decisione in merito al conto deposito andrà quindi fatto tra qualche settimana, quando il Nord Europa, alle prese con la siccità, avrà avviato le prime raccolte. "E’ questa infatti una fase di incertezza circa la produzione complessiva sia in Europa che in Italia - precisa infine Cristiani - in una situazione di mercato caratterizzata dalla presenza nei punti vendita di notevoli quantità di patate novelle e non, indifferenziate e provenienti da diverse regioni italiane".

A seguito di questa decisione, gli operatori hanno fissato anche il prezzo delle patate nelle confezioni da 1,5- 2,0-2,5 kg, per prodotto di prima categoria, a 0,62-0,65 euro/kg franco arrivo, sovra imballo in cartone compreso.

Il prezzo delle patate confezionate in sacco rete da 5 kg, invece, è stato fissato a 0,45-0,50 euro/kg, sempre franco arrivo.

Patate in Emilia-Romagna

Le superfici coltivate nel 2016 a patate comuni da destinare al consumo fresco hanno superato i 5400 ettari per una produzione complessiva di oltre 220.000 tonnellate concentrate per oltre l’80% nelle provincie di Ravenna: 1.100 ha, in quella di Ferrara 1.334 ha, e a Bologna dove i 2.308 ettari coltivati rappresentano il 43 % della superficie totale coltivata in Regione. Una produzione che vale oltre 50 milioni di euro di produzione lorda vendibile.

In Italia è la regione Emilia-Romagna a coltivare le superfici maggiori

Nel nostro paese sono state coltivate nel 2016 oltre 33.000 ettari in grado di fornire una produzione di poco superiore ad 1 milione di tonnellate. La produzione si concentra soprattutto in Emilia Romagna dove si coltivano circa 5.400 ettari, in Campania circa 5.000, in Calabria 4.850, in Abruzzo 4.500, nel Veneto circa  2.700 e nel Lazio oltre 2.100 ettari.

L’Italia rappresenta circa il 9 % della produzione pataticola dei primi 5 Paesi produttori europei mentre l’Emilia Romagna circa il 9-10 % della produzione nazionale. Le patate precoci sono coltivate su di una superficie di circa 15.000 ettari, capaci di produrre poco meno di 332.000 tonnellate di prodotto.

Patate in Europa: Germania principale produttore

Il 2017 è sicuramente un anno record per quanto riguarda la coltivazione delle patate da consumo. I dati indicano come i primi 5 paesi produttori europei abbiano investito circa 579.000 ettari a patate, un +8,3 % rispetto alla media dei cinque anni precedenti. Il paese maggiore produttore in assoluto è la Germania con oltre 172.000 ettari coltivati, seguito dalla Francia, dove si coltivano circa 132.000 , dalla Gran Bretagna con 103.000 ettari e dal Belgio poco meno di 97.000. Una produzione che si dovrebbe attestare intorno ai 27 milioni di tonnellate ma che potrebbe sfiorare i 30 milioni nel caso di condizioni climatiche particolarmente favorevoli.

Fuente: http://www.freshplaza.it/article/92901/Patate-fissata-la-quotazione-per-il-prodotto-confezionato


Te puede interesar