Martes 21 de Noviembre de 2017
El portal de la papa en Argentina
0%Variación precio
puestos MCBA
  • Intervalos nubososBalcarceBuenos Aires, Argentina
    - 17°
  • DespejadoVilla DoloresCórdoba, Argentina
    14° - 29°
  • Intervalos nubososRosarioSanta Fe, Argentina
    14° - 24°
  • DespejadoEstacion UspallataMendoza, Argentina
    - 24°
  • DespejadoCandelariaSan Luis, Argentina
    16° - 32°
  • Cielos NubososChoele ChoelRío Negro, Argentina
    10° - 24°
  • Cielos nubosos con lluvia débilSan Miguel de Tuc.Tucumán, Argentina
    20° - 26°
Ampliar
 Buscador de Noticias
Europa 02/10/2017

Italia: Il commercio delle patate da seme nel panorama post-Brexit

Dopo la Brexit, i produttori europei di patate da seme sono destinati ad aumentare la loro quota di mercato a discapito dei produttori inglesi.

Ma per quanto tempo i produttori europei ne beneficeranno dipenderà da quanto sarà veloce la Gran Bretagna a stabilire nuovi accordi commerciali.

L’Europa nord-occidentale è un’area importante in termini di offerta di patate da seme verso i mercati di Medio Oriente e Africa. I membri dell’Unione Europea traggono vantaggio dagli accordi di libero scambio, i quali fanno sì che le patate da seme di origine europea abbiano un accesso privilegiato in Paesi come Egitto e Marocco.

Dal momento che la Gran Bretagna non farà più parte dell’Unione Europea, è molto probabile che non potrà nemmeno più commercializzare con gli altri Paesi beneficiando degli accordi europei. E se non saranno stati stabiliti nuovi accordi commerciali prima dell’uscita definitiva dall’UE, allora i flussi di scambio della Gran Bretagna rientreranno nel quadro delle norme dell’OMC. La tariffa standard per l’importazione di tuberi da seme stabilita dall’OMC è del 4,5%, ma potrebbe arrivare al 40% come in Marocco.

Nel 2016 il commercio globale di patate da seme ha avuto un valore di circa 700 milioni di euro. Gli esportatori più rilevanti in questo mercato sono Paesi Bassi, Francia, Gran Bretagna e Germania, con una quota di mercato cumulativa dell’82%. L’Egitto è il maggiore importatore, cui Paesi Bassi e Gran Bretagna forniscono più del 70% del fabbisogno annuale. Anche il Marocco si rifornisce di grossi quantitativi di patate da seme provenienti da Paesi Bassi e Gran Bretagna (tabella sotto).

Attualmente il commercio tra Unione Europea, Egitto e Marocco rientra negli accordi del partenariato euromediterraneo. Questi accordi aventi carattere di reciprocità permettono alle patate da seme prodotte in Europa di accedere, in esenzione tariffaria, ai mercati egiziani e marocchini. In cambio questi Paesi traggono vantaggio dai contingenti tariffari applicabili all’importazione di patate da mensa nell’Unione Europea.

Come membro del mercato unico europeo, la Gran Bretagna usufruirebbe degli stessi vantaggi degli altri Paesi europei, per l’esportazione di patate da seme così come per l’importazione di patate da mensa. Ma ora che la sua ammissione al mercato unico europeo è incerta, cosa devono aspettarsi i produttori europei e inglesi a proposito del commercio di tuberi da seme con i Paesi extra-UE?

Gli esportatori inglesi di patate da seme dovranno affrontare non solo un prezzo di costo svantaggioso rispetto agli esportatori europei, legato a un possibile aumento delle tariffe di importazione, ma anche un probabile incremento delle barriere commerciali non tariffarie. Queste ultime possono variare da nuovi controlli doganali su importazioni e esportazioni, fino a ulteriori verifiche fitosanitarie sulle patate da seme, incrementando ulteriormente i costi degli scambi per gli esportatori inglesi.

Al momento i produttori europei di patate da seme si trovano nella posizione di incrementare la loro quota di mercato a discapito dei produttori inglesi post-Brexit nei confronti dei Paesi extra-UE. Comunque, fino a che punto i produttori europei trarranno beneficio da questa situazione dipenderà solamente dalla velocità del governo inglese a stabilire nuovi contratti commerciali esenti da dazi doganali.

Fuente: http://www.freshplaza.it/article/93937/Il-commercio-delle-patate-da-seme-nel-panorama-post-Brexit


Te puede interesar